DECODIFICA BIOLOGICA – Corso Online
con la dott.ssa Loredana Balconi e il dott. Alessandro Quadernucci

Corso online in due weekend

Clicca sul pulsante qui sotto per seguire il Webinar introduttivo

Perché ci ammaliamo?

Che cos’è che altera l’equilibrio ideale in cui consiste la salute?

Da dove vengono le malattie?

E a cosa servono? Sono forse portatrici di un messaggio?

Come possiamo invertire il processo del malessere, della malattia e tornare ad uno stato di benessere, di salute?

Decodifica biologica dei malesseri e delle malattie (Decodage Biologique)
“La natura si organizza in pattern.Anche in noi, che della natura siamo parte, si formano dei pattern.La mente è come il vento e il corpo come la sabbia: se vuoi sapere come soffia il vento, puoi guardare la sabbia.”
Bonnie Bainbridge Cohen

La nostra essenza è olistica, noi siamo un insieme interconnesso in cui mente e corpo agiscono per permetterci di raggiungere una qualità di vita soddisfacente in un mondo di relazioni e di eventi con cui dobbiamo confrontarci.
Come insegna la decodificazione Biologica delle malattie, quando la mente non riesce a rispondere alle domande della vita, attiva il corpo che entra in allarme e attiva le strategie di cui è capace per superare lo stress del blocco all’azione della mente: le funzioni specifiche dei suoi organi.
Ciò comporta l’attivazione “A vuoto” delle funzioni degli organi chiamati a rispondere e questo genera una disfunzione che si mostra sintomatologicamente come risposta abnorme o disfunzionale.
Noi possiamo comprendere il senso del conflitto psicologico in atto tramite una lettura attenta della sintomatologia e proporre un percorso di superamento del conflitto da risolvere.

La salute è la consapevolezza dell’esistenza di un’immagine ideale di un Essere in
equilibrio.
La malattia è l’oblio di questa immagine.

La vera guarigione è ritrovare l’equilibrio del proprio Essere, ritrovare il Sé e rivivere in quell’immagine ideale.
La malattia è un rivelatore di coscienza che ha come obiettivo di guarire la causa ancestrale delle malattie attraverso l’accesso alle zone inconsce che a nostra insaputa regolano la nostra salute e la nostra vita.

Il lavoro di esplorazione consiste nel far riaffiorare queste informazioni alla coscienza.
Attraverso questo cammino ciascuno riprende il dialogo con il suo Sé profondo e, più profondamente, con le cellule del proprio corpo, liberandosi dalle memorie energetiche della propria genealogia.

La biologia (la scienza della vita e degli esseri viventi) è il modo di comunicare tra le mie cellule e me, tra i miei antenati e me, gli altri e me, l’universo e me.
Attraverso questa comunicazione profonda, noi entriamo in un mondo di comprensione, di accettazione e d’amore.

Il nostro scopo, attraverso la riunione del mondo spirituale e biologico, è di trovare un ponte, una corrispondenza tra la persona e la malattia.1

La nostra vita è un continuo confronto / scontro con ambienti spesso ostili a cui dobbiamo adattarci o che dobbiamo imparare a gestire. Con questi ambienti abbiamo
sempre combattuto, sin dalle origini della nostra specie.
Se anticamente questi erano veri ambienti fisici con cui dovevamo convivere: proteggersi dalle intemperie e dai pericoli, avere una propria sorgente d’acqua o un terreno che ci assicurasse del cibo, essere protetti dalla nostra tribù; oggi, questi ambienti li abbiamo metaforizzati in bisogni altrettanto impellenti: avere una casa dove sentirci protetti, avere un ruolo sociale che ci rassicuri, essere amati, avere la sicurezza economica, avere un futuro, esprimere la nostra creatività.

Per superare le sfide dell’ambiente, abbiamo adattato il nostro corpo, modificato la nostra alimentazione e modificato i nostri organi: abbiamo conquistato la posizione
eretta e siamo diventati bipedi, siamo diventati onnivori, abbiamo acquisito il pollice opponibile e abbiamo incrementato le invenzioni dei nostri utensili di difesa e offesa.
Grazie a questa evoluzione e modificazione interna, siamo riusciti ad adattarci ed a modificare i nostri ambienti esterni.

Ogni nostra evoluzione ha avuto bisogno di un uso insolito od estremo del nostro corpo e delle sue funzioni.
1 da, Le radici familiari della malattia, Gerard Athias
La malattia, in questo senso, possiamo concepirla come il tentativo del nostro cervello di un’ultima coercizione dell’ambiente tramite l’utilizzo delle funzioni del
nostro organismo per adattarci ad una situazione che psicologicamente non riusciamo a risolvere.
Il nostro corpo esagera le sue funzioni nel momento in cui la nostra mente non riesce a risolvere il problema che l’opprime ed entra in uno stress che se non viene gestito,
ucciderebbe il corpo.

Tramite la decodificazione del rapporto tra bisogni ancestrali e risposte attuali, possiamo comprendere le ragioni del malessere e della malattia, comprendere la radice del problema e invertire il processo e tornare alla quiete e al benessere.
In questo percorso, parleremo di come una vita stressata possa fiaccare la nostra mente e costringere il nostro cervello a correre ai ripari spingendo al nostro corpo a
fare ciò che la mente non riesce a fare, risolvere il problema che l’opprime.
In che modo, è ciò che scoprirete con noi.

A chi è rivolto questo corso

Questo corso rappresenta un’occasione unica di esplorare a fondo i grandi temi della salute e della malattia, rivolta a coloro che operano con le persone(operatori sanitari, naturopati, operatori olistici, medici, counselor, psicologi e psicoterapeuti) ed a tutti coloro che sono alla ricerca di una visione diversa della relazione tra salute e malattia.

Docenti

Dott.ssa. Loredana Balconi

La dottoressa Loredana Balconi è laureata in Medicina e Chirurgia all’Università di Modena, si è poi specializzata in Medicina Olistica e Omeopatica presso l’Università di Urbino. Successivamente ha conseguito numerosi diplomi: diploma di Agopuntura Psicosomatica presso l’istituto Riza di Milano, Diploma in PsicoNeuroImunologia nell’Università La Sapienza di Roma, Master In Programmazione Neuro Linguistica.

Dal 1989 lavora nel campo della Medicina Naturale e Bioenergetica utilizzando il sistema I.N.T.E.G.R.A. e la tecnica di Neuro Emotional Integration NEI introdotto in Italia dal Dott. Roy Martina. Con altri colleghi medici ha Fondato l’ARTI (Accademia per la Ricerca e la Terapia Integrata) di cui è stata docente, e successivamente, il MMIR (Martina Medical International Reserch), che ha divulgato ed insegnato le tecniche PNL, NAC, NEI e INTEGRA, in Italia.

 Da molti anni lavora con le nuove teorie di Decodage Biologique sui rapporti tra conflitti psicologici e malattie appresi dal dottor Gerard Athias e Eduard Van den Bogaert, la Bionalalogia di Jean-Philippe Brebion e di “Declic” della Dott.ssa Michelle J. Noel.

 La dott.ssa Balconi è già stata insegnante per il Centro Na.Me. alcuni anni fa, con grande successo presso gli studenti di allora, per questo siamo oltremodo lieti che abbia accettato il nostro invito a riproporre le sue competenze nel prossimo anno 2020/21.

Dott. Alessandro Quadernucci

Dottore in Sociologia, Counselor Teacher, Master in Programmazione Neuro Linguistica, Direttore della scuola di Counseling Olistico Comunicativo Integrato di Firenze, esperto di counseling di coppia. Lavora per il superamento delle situazioni di blocco in incontri individuali e di coppia.

Informazioni:

Na.Me. è un’associazione di promozione sociale pertanto i corsi/seminari sono rivolti principalmente ai nostri associati che condividono il nostro statuto. Pertanto l’importo indicato successivamente è riferito solo al contributo di partecipazione al seminario. A tale importo occorre aggiungere LA QUOTA ASSOCIATIVA di €30 per il 2022 (per chi desidera associarsi) oppure  l’IVA al 22% (per chi non desidera associarsi)

Il corso si svolgerà con un minimo di 10 partecipanti

Referente del corso Annalisa Panizza 3294130037 – annalisa.pz@tiscali.it

ISCRIVITI AL CORSO DI DECODIFICA BIOLOGICA

Se non sei ancora socio Na.Me. prima di iscriverti al corso compila il modulo di ammissione a socio e sarai contattato dalla nostra segreteria.

Sei già socio Na.Me. oppure vuoi iscriverti come non socio compila il modulo qui sotto.



    Autorizzo l’associazione a pubblicare sul sito e trattare per fini NON commerciali le immagini fotografiche e i video fatti in occasione delle attività svolte nel campo culturale e didattico a cui si è iscritto, sempre e comunque in contesti non lesivi della dignità del sottoscritto. Dichiara di rinunciare a qualunque corrispettivo possa derivare dalla pubblicazione di dette immagini e altresì di non avere nulla a pretendere dal Centro Na.Me. ad alcun titolo presente e futuro per le pubblicazioni di cui sopra.


    captcha